Le nuove Comedie Americo – Italiane – UE.-

Nelle nuove comedie americane l’arrivo di Trump ha significato il risveglio dell’America dormiente…chissà perche’…… . Ma il fatto è questo nella più schietta realtà. Il muro con il Mexico adebitato a Trump, la riforma Sanitaria di Obama avversata giustamente da Trump che voleva sostituirla con una legge sanitaria più vicina a chi non ci arriva agli altri a seconda della ricchezza personale an

nuale un sistema assicurativo capace al minor prezzo di garantire la copertura ecc… . Il Parlamento   (Usa)    ha cassato la proposta forse contro lo stesso interesse del popolo americano e Trump ha cancellato la sua proposta per sempre però a suo dire.Ringrazino il Parlamento ma il popolo sappia… . La misura per dare maggiore sicurezza entro lo Stato Americano contro determinati Stati canaglia del medio oriente con lo scopo di impedire ai terroristi potenziali l’accesso negli Usa per 90 giorni, tempo forse necessa ria a licenziare nuova legge. Come accade in Italia, allo stesso modo, la solita sinistra (globalizzata?…) Usa, si vanta di avere dalla sua Magistrati che, menefreghisti circa la sicurezza interna, sin qui ignorata forse contro la stessa legge (incostituzionalità…?) da che si è capito dalle notizie media e non solo a noi pervenute in Italia. Ora il futuro della legge lo si vedrà. Ora Trump ha già legife rato per fare ripartire la macchina del lavoro Usa,agevolando le imprese interne ma penalizzando quelle che lavorano fuori dagli Usa. Ora stà progettando la riduzione delle tasse a 15-20% al contro dell’Italia dove ora si rischia di pagare il 120% e forse non solo in percentile sul complessivo a causa di una Europa imbroglio na e ladra, per certo non si tratta dell’Unione degli Stati Europei ma di un affare massonico-mafioso tecnoburocratizzato che pensa attravverso inciucci a tirare la corda verso Bruxelles pangermani ca a vantaggio dei Paesi ricchi ma a spese di quelli poveri. Quedsta Europa non può stare in piedi a 28 Stati nemici uno contro l’altro.Al massimo avrebbe potuto intanto essere di 8-9 Stati al massimo,ma molto meglio uscire da questa NON Euriopa finchè in tempo. L’Inghilterra ha fatto molto bene. Questione di mercati,sì,ma non solo la libertà e la sovranità propria formano da soli lo Stato e se funziona, di pari passo funziona anche l’econo mia.

iamo contro la sinistra manigolda e imbrogliona Italiana allor quando con la UE accusa Trump di manipolare o chiudere i mer cati con l’apertura di nuove tasse proibitive doganali sulle impor tazioni in America. Questo è dovuto pare al fatto che l’Europa non importa carne americana accusata sotto il profilo fitto-sanitario… .

Su tutto va detto che tutti questi problemi tasse doganali incluse sono partite nel post reagan in particolare  dai Busch e da Obama ( muro con Messico… nuove tasse in europa apartura guerra commerciale.) Papa Giovanni XXIII siosteneva dobbiamo dialogare, parlare, parlare, parlare, a proposito dei missili della Russia verso Cuba e così hanno risolto la crisi che la politica aveva aperto e portato. Gli Stati uUniti voglio fare il Gendarme del mondo globalizzato?…impossibile per loro. Quindi l’Europa e l’Italia prendano accordi. Ad esempio la UE impedisce agli Stati accordi bilaterali con la Gran Bretagna, neanche il Duce o Hitler lo avrebbe fatto, in quanto la sovranità degli Stati è sacra e non sono certo i tecnocrati burocratizzati a doverci fare i conticini che sappiamo fare meglio di loro.

Ma per concludere in questa sede siamo d’accordo con l’operato di Trump capace di parlare poco ma bene e di fare quanto asserisce, siamo con Salvini allorquando sostiene che :”””Trump difende l’America ne cura i suoi interessi a nome di tutti i suoi cittadini, ma siamo nemici dichiarati di tutte le sinistre al mondo o chi per loro… .

Il Governo e il Parlamento Italiano abbia il coraggio di compor tarsi come Trump, curando gli interessi degli Italiani, cosa che questi pinocchiosi Governi incluso questo non dimostrano di voler ne saper fare, ma sono i conigli delle varie Merkel e di Bruxelles che vanno ignorati. Migrandi l’Europa bòla bla ma non li9 vuole ne paga,ora basta importazioni di carni… . Su tutto ma ci ritorneremo questo Governio incapace bombarderà di nuove tasse che chiama taglio alle stesse,meno demagogia radical-Komunista, meno rosso ma la testa a posto, cosa che in atto…non torna.

Populisti,viva il POPULISMO se significa pretendere i propri diritti dovuti a ogni essere umano dalla  nascita. Lorenzin si DIMISSIONI,troppe regalie contro voti a mamme ecc…troppi tagli ai disabili in una Sanità che a causa sua ha raddoppiato o quasi costi e sprechi privando i cittadinbi di servizi mettendo quasi tutto a pagamento a chi non ha neanche l’aria per respirare.

ECCO CHE TRUMP   e PURE PUTIN DUE GRANDI, IN BREVE. HANNO RAGIONE. NELLE URNE CI RICORDEREMO DI RENZI- GENTILONI PD TUTTO E BERLUSCONI….. . SE PRIMA NON ACCADRA’ NULLA DI FORTE NELLE URNE CE NE RICORDEREMO . L ‘ ITALIA VA CAMBIATA MAGARI CON UN ALTRO DEX MA VA CAMBIATA,STOP ALLE SINISTRE LADRE NAZIONALI COME UE.-

Nazareno, in merito allo stato dell’arte sul Patto


FONTE: Quotidiano “Libero” / 20-03-2017

Pd e forza Italia quele la verità nei fatti, posta l’incertezza,inoltre,della nuova legge elettorale che ora Berlusconi-Renzi propinano ancora di invertire dove non si sa, quale sarà il destino dei Cittadini ancora in mano a chi “predica bene ma razzola malissimo,tra potenziali ladri di banche e miliardari in cerca di interessi, POPULISTI: ce ne vantiamo concordando che il Centro destra unito sarebbe più forte forse ma se per tale si lascia mano a Silvio non concordiamo piu’ sono passati i tempi “che berto colava..:” Ora serve vedere il cambio di Maastrich da rifare in toto o se no uscire dall’Euro e dalla Ue (v.Inghilterra e suoi mercati OK)-no migrazioni impossibili (invasioni in atto di terroristi e non di disperati per lo piu’…) Quindi Salvini valutare tutto bene o sicuramente meglio andare soli,vediamo in Francia…,in Oalanda cresciuti ecc…. Tempo al tempo e non arraffoni deL ppe AI QUALI LA ue NON CREDE (V.2011 GOLPE DI OBAMA E UE-MONTI…) eCCO LA PROVA CHE IL nAZARENO NON è MORTO…

Come è disciplinata la revocazione di un atto

DA NOTIZIE GIORNALISTICHE (TELEVIDEO / RAI) TV DEL 04 AGOSTO 2014 ( ORE 22,48 )

L’errore di fatto che può dare luogo alla revocazione di un atto si sostanzia in una falsa percezione da parte del Giudice,della realtà risultante dagli atti di causa, consistente in una svista materiale che lo abbia indotto ad affermare l’esistenza di un fatto, incontestatamente inesistente , oppure a considerare inesistente un fatto la cui verità risulti al contrario,positivamente accertata.

In ambo i casi però ciò vale, solo se il fatto ( erroneo ) sia stato un elemento decisivo della pronuncia revocanda; l’errata percezione deve cioè,aver rivestito un ruolo determinante rispetto alla decisione, nel senso che occorre un rapporto di necessaria causalità tra l’erronea supposizione e la pronuncia stessa ( cfr. C.di.S.,V – 20/10/2005,n.5896; 31/7/2008 nr, 3816, IV,19/6/2009,n. 3296).

L’errore di fatto idoneo a legittimare la revocazione ai sensi e per gli effetti dell’art. 395 del c.p.c., nr.4, dunque deve non solo essere conseguenza di una falsa percezione dei fatti rilevanti alla causa,bensì essere anche “decisivo”,ovvero motivo essenziale e determinante della pronunzia revocatoria che senza l’errore la pronunzia sarebbe stata diversa ( in termini – Cassazione Civile,sez. III del 20/07/ 2014 nr. 15882,stesso senso anche la 22/05/2012, nr.2937, IV, 17/12/ 2012 nr. 6455 cfr. inoltre la Cassazione Civile, Sez II, 18/02/2009 nr. 3935 ( orientamento Logico/Giuridico). Deve valutare in caso avesse visto bene se rientrava con efficienza l’errore materiale o NO o fosse insufficiente.

(FONTE: www.GazzettaAmministrativa.It )

Mi presento: racconto la mia storia e le attivita’ periodiche…

Sono nato a Gemona del Friuli (UD) il 20/11/1947  (mio padre Valentino è rientrato dall’Africa dopo cinque anni di prigionia con gli inglese da El Alamein in poi, rilasciato nel 1946 è  rientrato a Manzano dove ha conosciuto mia madre Neopensi Carla da Gemona dove era nata nel 1906 Continua a leggere Mi presento: racconto la mia storia e le attivita’ periodiche…